Iniziativa Laica I laici tendono a difendersi, e' ora di attaccare !

19ago/19Off

I muscoli fragili del ganassa

Articolo di Gad Lerner (Repubblica 17.8.19) “Dal decisionismo condito di disprezzo ai toni più bassi delle ultime ore. Per la prima volta sperimenta come, in politica, la forza possa facilmente trasformarsi in debolezza”

“”In milanese viene detto “ganassa” chi esibisce virtù e muscoli di cui è sprovvisto, esponendosi a indecorosi dietrofront. Possibile che a Matteo Salvini sia bastato sbagliare i tempi della crisi balneare — ormai glielo rimproverano anche i leghisti, a cominciare dall’astuto Giorgetti — per rivelarsi un ganassa? Quasi che il profilo forzuto con cui era riuscito a imporsi sulla ribalta mondiale, contenesse in sé il germe di un’insospettabile fragilità? L’estremismo politico spesso si nutre del carattere impulsivo dei suoi leader. Velocità, decisionismo, spregiudicatezza tattica, sono le loro armi a doppio taglio: in caso di fallimento, si ritorcono contro. Così, il repentino passaggio dal proclama di Pescara («Chiedo agli italiani pieni poteri, senza palle al piede») al balbettio di Castel Volturno («Mai detto di voler staccare la spina al governo»), ha rivelato in Salvini una vertigine d’insicurezza che nessuna macchina propagandistica sarebbe in grado di mascherare. L’abbiamo intuito perfino nel modificarsi della gestualità e della postura dell’uomo autoconvocatosi in una notte di mezza estate alla conquista del potere: il passaggio dalla tracotanza rivestita d’ironia, a improvvisi singulti di commozione.

19ago/190

Accadde oggi: nasce Coco Chanel

19 agosto

1883 – Nasce Coco Chanel, pseudonimo di Gabrielle Bonheur Chanel, celebre stilista francese, capace con la sua opera di rivoluzionare il concetto di femminilità e di imporsi come figura fondamentale del fashion design e della cultura popolare del XX secolo. Ha fondato la nota casa di moda che porta il suo nome, Chanel. Di lei scrisse nel 1926 la rivista Vogue: « Coco Chanel ha creato la nuova uniforme della donna moderna ». (In fondo potrai vedere un breve filmato dello stilista Karl Lagerfeld in cui, nel presentare una sua nuova collezione, rivive in un film muto Coco Chanel negli anni ’20)

18ago/19Off

La paura della fine e il biotestamento (La storia insegna)

Articolo di Adriano Prosperi di una decina di anni fa (Repubblica 11.3.2009)

“”La battaglia sul testamento biologico è una prova imposta da una destra politica che ha scelto di governare col parente povero del terrore: la paura. Al terrore è necessaria la forza; e oggi la forza può essere usata vigliaccamente solo contro minoranze disgregate e indifese, come immigrati e rom. La paura è invece lo strumento adatto: è un sentimento che filtra e circola impalpabile nella società liquida dove sono venute meno le tradizionali forme associative e le solidarietà di classe si sfaldano. La paura della morte è il sentimento primario, dominante sull’ intera famiglia dei timori che dettano comportamenti e regole sociali. Alcune di queste regole sono così radicate da apparire naturali mentre naturali non sono. Tali sono le norme sanitarie che nel mondo occidentale – a differenza di quelle vigenti nelle culture musulmane – impongono la distanza di almeno ventiquattro ore tra l’accertamento del decesso e la sepoltura e richiedono l’ esposizione e la veglia del defunto nella camera mortuaria. Queste norme furono dettate nel ‘ 700 dal diffondersi di una paura nuova, quella della morte apparente che si sostituì allo spauracchio religioso della morte improvvisa senza confessione e sacramenti, senza il tempo di prepararsi all’ ingresso nel mondo dell’ aldilà.

18ago/190

Accadde oggi: Urbain Grandier al rogo

18 agosto

1634 – A Loudun, dopo due lunghi e complicati processi, Urbain Grandier (1590 – 1634), presbitero cattolico, viene arso vivo con l’accusa di stregoneria. Prete nella diocesi di Poitiers a Loudun, affascinante seduttore e famoso per i suoi rapporti con le suore Orsoline e altre donne contro i principii ecclesiastici, fu da loro accusato di stregoneria nel 1632. (In fondo potrai vedere 2 filmati: uno con sequenze dal film “The Devils” di Ken Russell e un altro con la sequenza dell’esorcismo dall’opera “Die Teufel von Loudun” di Penderecki)

18ago/19Off

Appello. E’ in ballo il cuore di Vangelo e Costituzione

Appello di padre Alex Zanotellli (manifesto 18.8.19) “Ha ragione Papa Francesco a dire che certi discorsi gli ricordano quelli di Hitler! Mi appello ai giudici perché, nella loro autonomia, interpretino il decreto sicurezza bis dando priorità al principio della vita”

“”Quello che sta avvenendo di nuovo nel Mediterraneo con le navi Open Arms e Ocean Viking è uno spettacolo indecente, immorale e criminale. Il rifiuto del ministro dell’Interno Matteo Salvini di aprire i porti per accogliere queste due navi cariche di 500 rifugiati salvati in mare , esprime un cinismo e un disprezzo verso l’altro inaccettabile. Perché queste sono persone che fuggono da terrificanti lager libici, dalle torture, dagli stupri, da una guerra tra il generale Haftar e el Serraj, l’uomo forte di Tripoli. E quindi non sono migranti, ma rifugiati che hanno diritto all’acccoglienza per i Trattati Internazionali Onu, firmati anche dall’Italia. Per di più, di questi 500 rifugiati, ora nelle due navi, ben 150 sono minorenni, particolarmente protetti nei Trattati internazionali e solo a una piccola parte dei quali ieri è stato concesso di sbarcare dalla Open Arms. Infatti il Tribunale dei minori di Palermo ha dichiarato che «trattenere a bordo minori in prossimità delle frontiere con lo Stato italiano equivale a un respingimento».

17ago/190

Accadde oggi: inizia la rivolta dei Sioux

17 agosto copiaLa rivolta. Il 17 agosto 1862, quattro nativi americani Dakota uccidono cinque coloni durante una battuta di caccia e un consiglio di Dakota decide di attaccare gli insediamenti in tutto il Minnesota River. Non c’è mai stato un rapporto ufficiale sul numero dei coloni uccisi, ma le stime parlano 400-800 morti. Nei mesi successivi continuarono le battaglie contro i coloni e più tardi la United States Army, che si conclusero però con la resa dei Dakota e più di mille prigionieri. Dopo processi e condanne, 38 Dakota sono stati impiccati il 26 dicembre 1862, nella più grande giornata di esecuzioni nella storia americana. Nell’aprile 1863 il resto dei Dakota sono stati espulsi dal Minnesota verso Nebraska e South Dakota.

I motivi della rivolta.Gli Stati Uniti e i leaders Dakota avevano negoziato trattati (1851) che prevedevano la cessione di ampi tratti di territorio in cambio di denaro e beni (i nativi accettarono di vivere nella riserva indiana).
(guarda i video sui nativi americani “Buried in teeth”, canta Mariee Sioux e “Native American Sioux” danza filmata da Thomas Edison nel 1894)

17ago/19Off

La voglia di pieni poteri

Articolo di Sebastiano Messina (Repubblica 11.8.19)

“”Ma in fondo che male c’è, se un politico chiede “pieni poteri” per poter governare bene? Matteo Salvini sa bene che i suoi elettori non ci trovano nulla di male, anzi, nella richiesta che lui ha messo sul tavolo nel suo comizio di Pescara. Pieni poteri per non essere più prigioniero dei “no” («Non li sopporto più, i no: no qui, no là, no su, no giù»). Pieni poteri per eliminare il caos («Regole, ordine e disciplina»). Pieni poteri per «prendere in mano questo Paese e salvarlo». Già: che male c’è? Basta chiudere gli occhi, per restare tranquilli. E dimenticare – o far finta di non sapere, che è peggio – cosa significhi questa formula che libera l’uomo forte dalle regole e dai contrappesi di quel complicato sistema chiamato democrazia. Due parole, “pieni poteri”, che nessun uomo politico aveva osato pronunciare prima di Salvini, nei 73 anni della Repubblica.

16ago/190

Evento del giorno: il Festival di Woodstock

16 agosto copia

Prese il nome dalla città di Woodstock nella contea di Ulster, conosciuta per le sue attività artistiche (vi si organizzano festival d’arte) e fu l’ultima grande manifestazione del movimento che da allora si diffuse peraltro sempre più pure fuori dagli Stati Uniti, dove era nato, pur senza la coesione e l’originalità che avevano permesso negli anni sessanta eventi come il Monterey Pop festival, la Summer of Love a San Francisco e, appunto, il festival di Woodstock. (Guarda Janis Joplin cantare “Try” a Woodstock ’69)

15ago/19Off

La violenza in carcere sui detenuti, un circolo vizioso da spezzare

Articolo di Patrizio Gonnella (manifesto 15.8.19) “Carcere. Visitare gli istituti, come fanno i radicali in queste ore, rafforza quel mondo penitenziario che conserva una cultura democratica

“”Stupirsi della violenza significa fare il gioco del fascismo, scriveva Walter Benjamin. La violenza è parte costitutiva dei rapporti di potere presenti nella società. La violenza è il cuore del diritto penale e della risposta punitiva dello Stato. È questa una violenza regolamentata, strutturata, limitata. La passione per le punizioni, che ha tragicamente permeato di sé il mondo contemporaneo, richiede però un tasso di violenza ulteriore, una violenza “illegale”, “arbitraria”, “rapsodica”. In momenti storici e politici come quello attuale, quando si sentono ministri evocare espressioni quali «marcire in galera» oppure ammiccare a coloro che bendano e legano un indagato durante un interrogatorio, quell’uso e abuso di una violenza “illegale”, “arbitraria” e “rapsodica” viene percepito come parte della pena stessa, nella certezza interiore dell’impunità e del giudizio comprensivo, se non addirittura benevolo, dei cattivi maestri al potere. D’altronde basta leggere alcuni siti informativi di polizia o le loro pagine social per capire di cosa stiamo parlando: i detenuti sono chiamati bastardi o nella migliore dell’ipotesi camosci, riproponendo uno slang carcerario antico, offensivo e violento.

15ago/190

Evento del giorno: il Ferragosto

15 agosto copia

L’assunzione di Maria in cielo è dogma cattolico proclamato da papa Pio XII il 1º novembre 1950, ( avete letto bene l’anno!) attraverso l’anno santo, con la costituzione apostolica Munificentissimus Deus (incipit latino, traducibile: “Dio generosissimo”).  La proclamazione di questo dogma rientra per i cattolici in uno degli ambiti in cui si esercita l’infallibilità papale sancita nel 1870 da papa Pio IX e dai padri del Concilio Vaticano Primo, secondo cui il magistero del papa, nel proclamare a certe condizioni una verità della fede o della morale, è infallibile. (In fondo due curiosi filmati dell’Istituto Luce sul Ferragosto del ’47 e del ’50)