Iniziativa Laica I laici tendono a difendersi, e' ora di attaccare !

19ott/170

Accadde oggi: muore Jonathan Swift

19 ottobre

1745 – Muore a Dublino Jonathan Swift, scrittore irlandese di romanzi e pamphlet satirici. La sua critica dei valori, della religione, della scienza, della politica e della cultura è spinta al massimo. È considerato tra i maestri della prosa satirica in lingua inglese ed uno dei più grandi autori satirici mai esistiti.
(In fondo potrai vedere il trailer del film a cartoni animati del 1939 “Gulliver’s Travels“, il primo lungometraggio di Max Fleischer, autore dei cartoni di Popeye e di Betty Boop)

18ott/170

Casi Weinstein: il re e’ nudo (e non e’ una questione morale]

Articolo di Cinzia Sciuto (dal suo blog “animabella” 10.10.17)

Il dibattito sulla vicenda Weinstein (perché si tratta della vicenda Weinstein, non di quella Asia Argento, tanto per cominciare) ha deviato da quello che è il nòcciolo della questione – un uomo di potere che pretende prestazioni sessuali per favorire, o anche solo per non ostacolare, la carriere di diverse donne – verso una serie di considerazioni moraleggianti su quanto è brutto sporco e cattivo l’ambiente del cinema e su quanto, in fondo, queste donne in qualche maniera conoscessero questo mondo e stessero al gioco. Senza arrivare al livello immondo di Libero, che giustamente Asia Argento ha querelato, in molti – anche nel mondo progressista – hanno puntato il dito contro queste attrici che prima avrebbero approfittato della situazione, magari con disgusto ma comunque sfruttandone i vantaggi, denunciando solo a distanza di molti anni, ormai all’apice del successo e quando dunque non avevamo più molto da perdere.

18ott/170

Accadde oggi: nasce Norberto Bobbio

18 ottobre copia

“‘Dalla osservazione della irriducibilità delle credenze ultime ho tratto la più grande lezione della mia vita. Ho imparato a rispettare le idee altrui, ad arrestarmi davanti al segreto di ogni coscienza, a capire prima di discutere, a discutere prima di condannare. E poiché sono in vena di confessioni, ne faccio ancora una, forse superflua: detesto i fanatici con tutta l’anima” (da un’intervista al Corriere, in occasione dei suoi 90 anni).

La sua giovinezza, come da egli stesso descritto fu: “vissuta tra un convinto fascismo patriottico in famiglia e un altrettanto fermo antifascismo appreso nella scuola, con insegnanti noti antifascisti, e compagni altrettanto intransigenti antifascisti come Leone Ginzburg e Vittorio Foa, in una Torino, quella degli anni 30, centro culturale e politico straordinario. Le sue frequentazioni sgradite al regime gli valsero, nel 1935, un primo arresto a Torino, insieme agli amici del gruppo antifascista Giustizia e Libertà. Ma la reputazione fascista di cui godeva la famiglia gli permise però una piena”riabilitazione”, tanto che, pochi mesi dopo, ottenne la cattedra di filosofia del diritto a Camerino. È in questi anni che Norberto Bobbio delineò parte degli interessi che saranno alla base della sua ricerca e dei suoi studi futuri: la filosofia del diritto, la filosofia contemporanea e gli studi sociali.
(Guarda i filmati “Da allievi a maestri” dove Norberto Bobbio ricorda gli intellettuali che frequentarono lo storico liceo torinese ‘D’Azeglio’)

18ott/170

Me too. “Anche io” sono vittima di abusi

Articolo di Francesca Caferri (Repubblca 18.10.17) “Con Alyssa dilaga la social-denuncia. La star Milano lancia #metoo, poi hashtag in italiano e francese. E gli uomini: l’ho fatto”

“”ME TOO. Anche io. E non ci sarebbe neanche bisogno di dirlo. Perché in fondo lo sapevano già tutti. Nelle università, negli ospedali, negli uffici, nei giornali. Che da quel prof è meglio andarci accompagnate, con quel capo è meglio evitare le trasferte di lavoro. Che quel colloquio è meglio fissarlo al ristorante e la sera il lavoro rimasto è bene portarselo a casa invece di rimanere fino a tardi alla scrivania. Perché molestano le donne. Eppure c’era proprio bisogno di dirlo perché tutti aprissero gli occhi e smettessero di far finta di nulla. O di sorridere facendo la battutina di turno. In tempi di social sono decine di migliaia le donne che dopo lo scandalo di Harvey Weinstein che ha scosso Hollywood lo stanno facendo, in tutto il mondo. #MeToo, l’hashtag lanciato dall’attrice Alyssa Milano, protagonista della serie di culto “Streghe”, nel giro di 48 ore ha fatto il giro dei social affiancandosi e superando, con la forza di quella lingua franca che è l’inglese, quelli nati negli altri idiomi. #quellavoltache in italiano e #balancetonporc in francese, per citare quelli più vicini a noi.

17ott/170

Accadde oggi: Einstein fugge in USA

17 ottobre

1933 – Albert Einstein (Ulm, 14 marzo 1879 – Princeton, 18 aprile 1955) arriva a Princeton nel New Jersey dove rimarrà a fare ricerca presso l’Institute for Advanced Study.
Ha rinunciato alla cittadinanza tedesca e svizzera e si è rifugiato negli Stati Uniti, insieme alla moglie Elsa e alla segretaria Helen Dukas, a causa delle leggi razziali naziste in vigore in Germania. All’ingresso negli USA gli viene chiesto di dichiarare la propria appartenenza razziale: “Umana” risponde Il grande scienziato. Assumerà la cittadinanza americana e resterà negli USA fino alla morte.

« Non ho particolari talenti, sono solo appassionatamente curioso.
(In fondo potrai vedere due filmati: nel primo potrai ascoltare la viva voce di Einstein che spiega l’equivalenza tra massa ed energia e nel secondo vedere diverse sue frasi celebri accompagnate dalla canzone “Gets me through” di Ozzy Osbourne)

16ott/170

Divulgare ed educare in rete: perche’ la forma conta cosi’ tanto

Articolo di Anna Maria Testa (sito nuovo&utile 10.10.17)

“”Educare in rete si può. Ma bisogna saperlo fare bene: dirlo è un’ovvietà, riuscirci lo è un po’ meno.
COSE DIVERTENTI, INTERESSANTI E UTILI. Tra notizie false e discorsi d’odio, ormai è fin troppo facile preoccuparsi di quanto succede in rete. E temo che anch’io a breve tornerò a offrirvi qualche ulteriore elemento di preoccupazione.
Non dobbiamo mai dimenticare, però, che ci sono anche un’infinità di cose divertenti, interessanti, utili. E che, a saper cercare, si trovano anche informazioni di qualità, e siti che si propongono di educare in rete. E ci riescono piuttosto bene.
EDUCARE IN RETE: 25 BUONI INDIRIZZI.Tante persone, compresa la sottoscritta, sono innamorate delle Ted Conference. Sono esempi di divulgazione ben fatta (cioè semplice, sintetica, impattante, e di norma accurata) sui temi più diversi. Ma ormai da qualche anno ci sono anche tanti siti che offrono ottimi contenuti educativi.
Un articolo di Lifehack ne elenca 25. Il titolo dell’articolo dice letteralmente 25 killer sites for free online education, ma non si tratta certo di “siti assassini”. Il termine “killer” rimanda al gergo dell’informatica, e in questo caso sta per eccellente, di successo.
MOOC E ISTRUZIONE PERMANENTE.

16ott/170

Accadde oggi: inizia la Lunga Marcia

16 ottobre

1934 – Inizia, sotto la guida di Mao Tse-Tung (o Mao Zedong), la cosiddetta Lunga Marcia di quasi 10.000 Km che porterà 20.000 comunisti degli 80.000 partiti dalla provincia meridionale dello Jiangxi a quella settentrionale dello Shaanxi nella Repubblica Cinese dei Soviet.
Fu una gigantesca ritirata militare intrapresa dall’esercito comunista (solo in seguito chiamato Esercito di liberazione del popolo) per scappare dal “quinto accerchiamento” da parte delle truppe del Kuomintang agli ordini di Chiang Kai-shek. L’esercito impiegò 370 giorni per giungere a destinazione, muovendosi tra altopiani aridi, montagne prive di strade, cime innevate e fiumi imponenti come il Chang Jiang. Il tutto continuando a combattere per aprirsi la strada. (In fondo potrai vedere un filmato della RAI diviso in due parti che ricostruisce la vita di Mao fino alla liberazione della Cina dal Giappone e alla fine…. avrai una divertente sorpresa)

15ott/170

Resilienza

Parte di un articolo di Elena Giorza (MicroMega 13.10.17) riguardante il libro di P. Trabucchi “Resisto dunque sono. Chi sono i campioni della resistenza psicologica e come fanno a convivere con lo stress” ed. Corbaccio”

… “”Trabucchi, psicologo che si occupa di prestazione sportiva soprattutto in discipline di resistenza, nel suo libro significativamente intitolato Resisto dunque sono – ad indicare che il resistere è premessa, condizione di possibilità ed elemento distintivo ed essenziale, non accidentale e accessorio, dell’esistenza umana – afferma: «Quando la vita rovescia la nostra barca, alcuni affogano, altri lottano strenuamente per risalirvi sopra. Gli antichi connotavano il gesto di tentare di risalire sulle imbarcazioni rovesciate con il verbo “resalio”. Forse il nome della qualità di chi non perde mai la speranza e continua a lottare contro le avversità, la resilienza, deriva da qui».
Questa ipotesi etimologica richiama alla mente una serie di altre parole che con la resilienza hanno strettamente a che fare. Per cominciare, il sostantivo “crisi”, attualmente inteso sostanzialmente in senso negativo, ma che deriva dal greco krisis, termine che indica la capacità di discernere e, quindi, di giudicare. Il verbo da cui discende krisis corrisponde poi a un ideogramma cinese che indica, nello stesso tempo, il nostro modo negativo di intendere la crisi, ma anche l’opportunità. Infine il termine kintsugi che fa riferimento a una pratica giapponese che consiste nel riparare oggetti in ceramica rotti, attraverso l’utilizzo di oro o argento liquido. Il risultato di questa tecnica, che ha alla base la convinzione che dall’imperfezione e dalle ferite possa derivare una maggiore perfezione estetica (e, per trasposizione, una maggiore perfezione interiore) è un oggetto più prezioso dal punto di vista economico e artistico e unico (dal momento che i frammenti di ceramica hanno forme diverse e casuali anche le linee d’oro e d’argento saranno sempre differenti).

15ott/170

Accadde oggi: nasce Friedrich Nietzsche

15 ottobre

1844 – Nasce, a Röcken in Sassonia, Friedrich Wilhelm Nietzsche, tra i maggiori filosofi occidentali di ogni tempo: le sue idee rappresentano uno spartiacque della filosofia contemporanea verso un nuovo tipo di pensiero, un punto di non ritorno nel disvelamento della cultura occidentale, compreso il Cristianesimo. Enorme la sua influenza sul pensiero filosofico e politico posteriore.
L’ateismo, per me, non è un risultato, e tanto meno un avvenimento – come tale non lo conosco: io lo intendo per istinto. Sono troppo curioso, troppo problematico, troppo tracotante, perché possa piacermi una risposta grossolana. Dio è una risposta grossolana , un’indelicatezza verso noi pensatori – in fondo è solo un grossolano divieto che ci vien fatto: non dovete pensare!” (In fondo potrai vedere due filmati. Il primo è un raro video degli ultimi giorni di vita di Nietzsche accompagnato dallo scorrere di suoi aforismi e dall’Adagio di Albinoni. Il secondo mostra alcune sue citazioni sul Cristianesimo da “L’Anticristo)

15ott/170

I diseredati della politica

Articolo di Gustavo Zagrebelsky (Repubblica 14.10.17)

“”La maggior parte dei commentatori della legge elettorale in discussione in Parlamento assume come punto di vista le ragioni, buone o cattive che siano, dei partiti e di coloro che ne fanno parte. Ma, una legge elettorale deve essere considerata anche, anzi soprattutto, dalla parte degli elettori, i cui diritti mi paiono sottovalutati, per non dire ignorati. I cittadini, invece che come protagonisti di quel momento-clou della democrazia che sono le elezioni, sono trattati come pedine d’un gioco nelle mani di chi sta sulla loro testa. In democrazia, dovrebbe essere piuttosto il contrario. Si tratta di cose ovvie e il fatto che debbano essere dette indica di per sé che si è perso il contatto con la realtà.