Iniziativa Laica I laici tendono a difendersi, e' ora di attaccare !

27nov/20Off

Fai la tessera Arci con Iniziativa laica

tessera-arci-20-21-2E' arrivata la nuova tessera Arci 2020/2021: sottoscrivendola con Iniziativa laica, è possibile sostenere l'associazione ed aiutarci a portare avanti sempre più iniziative sul tema dei diritti civili e del pensiero libero e critico. Dopo mesi difficili a causa del lockdown, stiamo ripartendo con nuove attività e appuntamenti: non solo le  Giornate della laicità, ma anche le lezioni nelle scuole, anche se in modalità online, le presentazioni di libri del ciclo Letture della laicità, attività di informazione e un progetto nuovo dedicato alla cittadinanza europea, di cui vi faremo sapere a breve, e molto altro ancora.
Sempre attiva e Resistente” è lo slogan scelto quest'anno dall’Arci per accompagnare il tesseramento, e che facciamo nostro per continuare a proporre – a maggior ragione in questi tempi difficili e complessi – sempre più iniziative e attività per promuovere il pensiero laico, libero e critico.

Inserito in: Varie Continua a leggere
18apr/20Off

Sabato 18 aprile 2020 le Giornate della laicità in diretta streaming

 

evento_FBLe Giornate della laicità si trasferiscono online: a causa dell'emergenza Covid-19, la manifestazione reggiana dedicata al pensiero laico, critico e razionale, ha scelto per questa undicesima edizione di sospendere la tradizionale formula della tre giorni di dibattiti e incontri a Reggio Emilia per cambiare format, promuovendo una giornata di interventi in streaming sul web. “Forza e fragilità di Homo Sapiens. Dentro e dopo la pandemia”è il titolo del nuovo appuntamento in programma sabato 18 aprile, dalle 10 alle 19: l'evento, organizzato dall'associazione Iniziativa laica in collaborazione con Arci Reggio Emilia con la direzione scientifica della filosofa e giornalista Cinzia Sciuto, sarà trasmesso sulla pagina Facebook dell'associazione (facebook.com/iniziativalaica) e sul canale Youtube delle Giornate della laicità (bit.ly/Giornatedellalaicita).

Inserito in: Varie Continua a leggere
20feb/20Off

Letture della laicita’: due appuntamenti a marzo con Sara Colaone e Vera Gheno

in-italia-sono-tutti-maschiDue nuovi appuntamenti in arrivo a marzo per le “Letture della laicità”, promosse da Iniziativa laica in collaborazione con la Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia.

Il primo incontro è in programma venerdì 13 marzo al Binario 49 di via Turri 49 per la presentazione di “In Italia sono tutti maschi” di Sara Colaone e Luca De Santis. L’incontro – che vede la collaborazione di Binario49 e Arcigay Gioconda – è in programma alle ore 18.30.
Giovedì 26 marzo, invece, sarà la volta di “Femminili singolari. Il femminismo è nelle parole” di Vera Gheno: l’appuntamento è alle 18 presso la sala del Planisfero della Biblioteca Panizzi.

Inserito in: Varie Continua a leggere
20feb/20Off

“A scuola di libero pensiero”: la nuova serie di incontri nelle scuole superiori di Reggio Emilia

 

IMG_1652Il biologo e giornalista scientifico Michele Bellone e il professore ordinario di Filosofia politica presso l'Università degli studi di Firenze Dimitri D'Andrea hanno dato il via questa mattina all'ottava edizione di “A scuola di libero pensiero”, la serie di lezioni sulla scienza e sul pensiero critico promosse dall'associazione Iniziativa laica negli istituti superiori per contribuire a diffondere a scuola e nei ragazzi gli anticorpi del pensiero e fornire spunti e stimoli di riflessione.

1feb/20Off

Al via le “Letture della laicita’” con Michele Bellone

Bellone_Michele-BNMercoledì 5 febbraio 2020, alle 18, nella Sala del Planisfero della Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia, il biologo e giornalista Michele Bellone presenta il suo ultimo lavoro "Incanto. Storie di draghi stregoni e scienziati”: l'incontro apre il nuovo ciclo di presentazioni delle “Letture della laicità”,rassegna di presentazioni organizzata da Iniziativa laica in collaborazione con la Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia, incentrata sui temi che caratterizzano l'Associazione (laicità, pensiero libero, critico e scientifico, libertà, diritti…), in continuità con le altre iniziative annuali, tra cui le Giornate della Laicità.

Inserito in: Varie Continua a leggere
7set/19Off

“Presa diretta” e la formazione del cittadino

Da Repubblica 6.9.19) ondasuonda@repubblica.it

“”È stato il mese del Governo cambiato e delle maratone di Mentana che ci hanno intrattenuto su ogni dettaglio rendendoci esperti oltre ogni misura circa la sprovveduta o pavida (chissà?) azione di Salvini, e il divenire di una forma nuova, poc’anzi inconcepibile: l’alleanza giallorossa. Ma ora servirebbe uno sforzo analogo per alfabetizzarci circa il mondo reale, i vincoli, i conflitti fra gli interessi di ogni tipo che la politica, quale che sia, è chiamata di sicuro ad affrontare.
Ce ne vorrebbero di più, ad esempio di Presa Diretta (Rai 3) come quella del 2 settembre che ci ha ficcato in testa l’"Inverno Demografico", e cioè lo spopolamento italiano con le ricadute rovinose riguardo a pensioni, sistema sanitario, patrimonio immobiliare e lo stile di vita che è stato conquistato.

Inserito in: Varie Continua a leggere
3set/19Off

La fase due del «reddito» e’ il «patto per il lavoro»: attivita’ e mobilita’ obbligatorie per disoccupati

Articolo di Roberto Ciccarelli (manifesto 3.9.19) “Il 65% dei beneficiari “occupabili” nel sistema di workfare istituito dal governo Lega-Cinque Stelle sono meridionali. Con le regole particolarmente feroci del “reddito di cittadinanza” rischiano di emigrare forzosamente. Nel frattempo dovranno lavorare fino a 16 ore a settimana per gli enti locali”

“”I colloqui per l’inserimento nel programma di ricerca del lavoro con 704.595 beneficiari del cosiddetto «reddito di cittadinanza», tra titolari del sussidio e congiunti, partiranno nei Centri per l’impiego lunedì 9 settembre, mentre ieri sono partite le convocazioni anche con sms e mail ed è stato dato il via alla formazione sul campo di più di 2400 navigator. Da questo numero mancano i 471 campani al momento in stand by perché il governatore Pd De Luca non vuole ratificare l’intesa con l’agenzia Anpal che sovrintende all’improvvisata carriera di questi nuovi precari di Stato che lavoreranno per due anni con un co.co.co, sperando di essere stabilizzati dalle regioni. Entro il 15 dicembre i centri per l’impiego dovranno «prendere in carico» i soggetti prescelti. Non tutti i beneficiari del «reddito» saranno ritenuti «occupabili». Tra di loro saranno esentati dal sottoscrivere il «patto per il lavoro» gli over 65, i disabili che possono aderire volontariamente, i genitori con bambini con meno di 3 anni, persone non autosufficienti, quelle che non sono immediatamente occupabili.

Inserito in: Varie Continua a leggere
2ago/19Off

Rapporto Svimez. Mezzogiorno sempre piu’ povero e spopolato: «e’ alla deriva»

Articolo di Massimo Franchi (manifesto 2.8.19). Di seguito intervista al Presidente SVIMEZ “In 15 anni il saldo migratorio è -852mila, come la città di Napoli. Nel 2019 torna la recessione. Sanità e scuola a livelli vergognosi”. L’istituto parla di «ultima chiamata»: nonostante le promesse gli investimenti non sono mai arrivati.

“”Desertificato, in affanno e recessione. E sempre più lontano dal Nord e dall’Europa. Il rapporto Svimez 2019 disegna un Sud da «ultima chiamata» che l’anno scorso ha subito una «brusca frenata». Ma la vera emergenza del Sud è l’emigrazione. Dal 2002 al 2017 oltre 2 milioni di persone se ne sono andate dalle regioni meridionali di cui 132mila nel solo 2017: di queste più della metà sono giovani – 66mila – di cui 22mila laureati. L’arrivo dei migranti – già prima che venisse rottamato da Salvini il modello Riace – non compensa le perdite: il saldo migratorio è negativo per 852mila unità in 15 anni – di poco inferiore alla popolazione di Napoli -, di 70mila unità nel 2017. Ancor più che nel resto del paese, dunque, sono molti di più i giovani che lasciano il Sud dei migranti che arrivano. Se i cittadini stranieri che dall’estero sono arrivati nel mezzogiorno sono stati 75mila nel 2017, dal Sud si sono spostati al Nord e in Europa oltre 132mila persone. Il Sud è fermo: se nel 2018 ha fatto registrare una crescita del Pil dell’appena +0,6%, rispetto +1% del 2017. Ma nel 2019 secondo le stime dello Svimez sarà recessione con un andamento del Pil previsto in diminuzione dello 0,3% (mentre il Centro-Nord segnerà un +0,3%).
IL DATO PIÙ PREOCCUPANTE nel 2018, che segna la divergente dinamica territoriale, è il ristagno dei consumi nell’area (+0,2, contro il +0,7 del resto del Paese). Mentre il Centro-Nord ha ormai recuperato e superato i livelli pre crisi, nel decennio 2008-2018 la contrazione dei consumi meridionali risulta pari al -9%.

Inserito in: Varie Continua a leggere
27lug/19Off

Le domande che vengono da Bibbiano e a cui bisogna rispondere

Articolo di Giorgio Cremaschi (MicroMega online 26.7.19)

””Quella di Bibbiano, provincia di Reggio Emilia, è una storia che fa orrore. Bambini strappati illegalmente ai genitori dalle istituzioni ed affidati ad altri, pare anche con qualche giro di soldi. Tutto questo dovrà essere appurato dalla magistratura, che dovrà anche chiarire le dimensioni del coinvolgimento nella vicenda del sindaco PD del luogo. Ma in ogni caso anche se solo una piccola parte delle accuse fosse dimostrata, essa meriterebbe un confronto sulle due domande di fondo che è dovere porsi: come è potuto succedere e che fare perché non avvenga più?
La destra in tutte le sue versioni, da quella legalitaria Di Maio a quella reazionaria di Salvini e Meloni, ovviamente ci si è buttata a pesce, trattandosi di un comune emiliano da sempre governato dalla sinistra. Come è sua naturale funzione la destra ha prodotto ottusità nelle sue file, ma anche in quelle di chi afferma di contrastarla. In fondo è bastato rispolverare l’antica propaganda sui comunisti che mangiano i bambini, per affermare una responsabilità storica di tutta la sinistra su Bibbiano. D’altra parte il PD, che non è un partito di sinistra ma una forza liberale moderata immeritatamente erede della sinistra emiliana, ha risposto solo lamentando le strumentalizzazioni, come se il fatto in sé non meritasse invece la giusta importanza.

Inserito in: Varie Continua a leggere
25lug/19Off

Citazioni: da chi abbiamo ricevuto il mondo

“”Non abbiamo ricevuto il mondo in eredità dai nostri padri ma in prestito dai nostri figli””

Proverbio del popolo pellirossa delle praterie nordamericane

 

 

 

Inserito in: Varie Disabilita commenti