Iniziativa Laica I laici tendono a difendersi, e' ora di attaccare !

27mag/170

Accadde oggi: nasce Don Lorenzo Milani

27 maggio

1923 – Nasce a Firenze, da un’agiata famiglia di intellettuali, Don Lorenzo Milani, figura controversa della Chiesa cattolica negli anni sessanta e noto soprattutto per il suo impegno civile nell’educazione dei poveri e per il valore pedagogico della sua esperienza di Maestro.
Il suo sacerdozio si svolse dapprima a San Donato di Calenzano, vicino a Firenze, dove lavorò per una scuola popolare di operai. Nel dicembre del 1954, a causa di screzi con la curia di Firenze, venne mandato a Barbiana, minuscolo e sperduto paesino di montagna nel Mugello, dove iniziò il primo tentativo di scuola a tempo pieno, espressamente rivolto alle classi popolari. (In fondo potrai vedere un breve filmato sulla scuola di Barbiana)

26mag/170

Accadde oggi: l’autocritica del New York Times sulle armi di distruzione di massa

26 maggio

2004 – Il New York Times pubblica una ammissione di errore giornalistico, riconoscendo la parzialità dei suoi reportage e la mancanza di scetticismo verso le fonti, relativamente alle rivelazioni sulle armi di distruzione di massa in possesso di Saddam Hussein. Queste armi costituirono la cosiddetta “pistola fumante“, addotta da Bush per promuovere la Guerra in Iraq del 2003. (In fondo potrai vedere un interessante documentario di Michael Moore in due parti in cui fa luce du alcune “verità nascoste” relative alla guerra in Iraq)

25mag/170

Accadde oggi: muore Papa Gregorio VII

25 maggio

1085 – Muore Ildebrando di Soana, 157° Papa, dal 1073 alla morte, con il nome di Gregorio VII. Fu il più importante fra i papi che nell’XI secolo misero in atto una profonda Riforma della Chiesa ed è noto soprattutto per il ruolo svolto nella lotta per le investiture, che lo pose in contrasto con l’Imperatore Enrico IV.
Nel 1078 redasse il Dictatus papae, nel cui testo rivendicò la superiorità dell’istituto pontificio su tutti i sovrani laici, imperatore incluso. In questo testo il papa si arrogava anche il diritto di deporre qualunque sovrano. Già nel 1075 il papa aveva espressamente vietato ai laici di poter investire qualunque ecclesiastico, pena la scomunica.

24mag/170

Accadde oggi: arrestati i Freedom Riders

24 maggio

1961 – A Jackson nel Mississippi arriva un gruppo di attivisti per i diritti civili, i Freedom Riders, che dall’inizio di maggio hanno iniziato una forma di protesta che consiste nel viaggiare a bordo di autobus delle linee Greyhound, insieme bianchi e neri, attraverso diversi stati del Sud degli Stati Uniti, contravvenendo alle leggi di questi stati che richiedevano una netta separazione tra bianchi e neri a bordo degli autobus. I Freedom Riders, dopo aver subito nei giorni precedenti diverse violenze, vengono arrestati e imprigionati per 60 giorni. (In fondo potrai veder scorrere immagini dei Freedom Riders accompagnate dalla canzone “Better Times are Coming)

24mag/170

I poteri criminali uccisero Falcone

Articolo di Gian Carlo Caselli (Fatto 24.5.17) “«C’era anche la “criminalità del potere”. Quei segmenti della classe dirigente (politica e imprenditoriale) della massoneria che con la mafia intrattengono rapporti occulti di reciproco interesse»”

La storia di Giovanni Falcone è nota. Si può sintetizzare contrapponendo una giusta gloria post mortem, agli ostacoli – seminati con iniqua strategia – che lo intralciarono in vita. Vediamone alcuni. Si sostiene che il Csm avrebbe violato le regole se avesse nominato a capo dell’ufficio istruzione (dopo Caponnetto) Falcone invece di Meli. Falso. Oltre alla regola gerontocratica dell’anzianità – che premiò Meli ancorché fosse digiuno di processi di mafia – ne vigeva un’altra. Quella della professionalità (o delle attitudini specifiche), stabilita dal Csm con circolare del 15 maggio 1986 espressamente riferita agli uffici di “frontiera antimafia”. La regola difatti fu applicata per la nomina del Procuratore di Marsala, preferendo Borsellino a un magistrato più anziano ma inesperto di mafia. Poi fu inaspettatamente calpestata per Falcone. Con un corredo indecoroso di giravolte e tradimenti. Tra le accuse più insinuanti scagliate contro Falcone, per infangarlo e delegittimarlo, c’era quella di “protagonismo”. Nominare lui sarebbe stato un affronto a tutti i magistrati che ogni giorno sfangavano in silenzio. Un falso (strumentale), che ricorda la storia di quando le donne portavano il velo. Allora erano tutte belle, ma quando il velo cadde si cominciarono a constatare delle differenze. Un po’ quel che è successo per la magistratura. Quando i giudici non davano “fastidio”, erano tutti bravi e buoni. Ma quando hanno preso a dare segni di vitalità e indipendenza, “pretendendo”di esercitare il controllo di legalità anche verso obiettivi prima impensabili, ecco scatenarsi le accuse di protagonismo.

23mag/170

Accadde oggi: la strage di Capaci, ucciso Falcone

23 maggio

1992 – Sull’autostrada A29, nei pressi dello svincolo di Capaci, a pochi chilometri da Palermo, avviene l’attentato mafioso in cui perdono la vita il magistrato antimafia Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo, anch’essa magistrato, e tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro.
Questo attentato, indicato comunemente come Strage di Capaci, ha segnato una delle pagine più tragiche della lotta alla mafia ed è strettamente connesso a quello successivo del 19 luglio, di cui rimase vittima il giudice Paolo Borsellino, amico e collega di Falcone.
(In fondo potrai vedere un video sulla Strage di Capaci con riprese effettuate pochi minuti dopo che era avvenuta)

22mag/170

Accadde oggi: approvata la Legge 194 sull’aborto

22 maggio

1978 – Il Parlamento italiano approva la Legge n. 194 sull’Interruzione Volontaria della Gravidanza o Legge sull’aborto.
La 194 consente alla donna, nei casi previsti dalla legge, di poter ricorrere alla IVG in una struttura pubblica (ospedale o poliambulatorio convenzionato con la Regione di appartenenza), nei primi 90 giorni di gestazione; tra il quarto e quinto mese è possibile ricorrere alla IVG solo per motivi di natura terapeutica.
Questa legge sarà confermata dagli elettori nella consultazione referendaria del 17 maggio 1981 con la vittoria dei NO all’abrogazione con il 68% dei voti.
(In fondo un filmato su una manifestazione del 1976 per la legalizzazione dell’aborto)

21mag/170

Accadde oggi: Lindbergh attraversa in volo l’Oceano Atlantico

21 maggio

1927 – Atterra a Parigi alle ore 22 Charles Lindbergh, a bordo del suo monoplano leggero: era decollato da New York 33 ore e 40 minuti prima. Ha compiuto la prima traversata aerea in solitario e senza scalo dell’ Oceano Atlantico.
Quella magica impresa, compiuta ancora agli albori dell’aviazione, lo consegnò direttamente alla leggenda e a prestigiosi riconoscimenti. Il presidente degli Stati Uniti Coolidge gli concesse la Distinguished Flying Cross e lo nominò colonnello della riserva dell’aviazione; il governo francese gli concesse invece la Legion d’Onore.
Nello stesso anno Lindbergh venne eletto dal Time «Man of the Year».
(In fondo potrai vedere un breve filmato della RAI sull’impresa e ascoltare la canzone “Lindbergh” di Ivano Fossati a lui dedicata)

20mag/170

Accadde oggi: approvato lo Statuto dei Lavoratori

20 maggio

1970 – Sette mesi dopo il famoso “autunno caldo” del 1969, che coinvolse oltre sette milioni di lavoratori impegnati nella rivendicazione dei propri diritti, il Parlamento vara la Legge n. 300 “Norme sulla tutela della libertà e dignità dei lavoratori, della libertà sindacale e dell’attività sindacale nei luoghi di lavoro e norme sul collocamento“, meglio nota come Statuto dei Lavoratori
Il testo dello Statuto si divide in un titolo dedicato al rispetto della dignità del lavoratore, in due titoli dedicati alla libertà ed all’attività sindacali, in un titolo sul collocamento ed in uno sulle disposizioni transitorie. (In fondo potrai vedere un video recente della CGIL in occasione del quarantennale dello Statuto dei Lavoratori)

19mag/170

Accadde oggi: approvata la riforma del Diritto di Famiglia

19 maggio

1975 – Viene varata la riforma del diritto di famiglia (legge n. 151), la quale, in attuazione del principio di uguaglianza morale e giuridica dei coniugi enunciato dall’art. 29 della Carta Costituzionale, estende alla moglie tutti quei diritti, relativi al governo della famiglia, che fino a questo momento erano strettamente riconosciuti al marito.
Nel testo originario del Codice Civile del 1942, il diritto di famiglia concepiva una famiglia fondata sulla subordinazione della moglie al marito, sia nei rapporti personali sia in quelli patrimoniali, sia nelle relazioni di coppia sia nei riguardi dei figli; e fondata sulla discriminazione dei figli nati fuori dal matrimonio (figlio naturale), che ricevevano un trattamento giuridico deteriore rispetto ai figli legittimi.