Iniziativa Laica I laici tendono a difendersi, e' ora di attaccare !

6apr/19Off

Accadde oggi: Gandhi e la “Marcia del sale”

06 aprile

1930 – La “Marcia del Sale” fu la manifestazione che si svolse a partire dal 12 marzo in India ad opera del Mahatma Gandhi, nell’ambito della Satyagraha (il termine con cui si identifica il tipo di lotta basato sulla nonviolenza introdotto da Gandhi, letteralmente “vera forza” o “fermezza nella verità”).
La manifestazione si svolse contro una gravosa tassa sul sale, imposta dagli inglesi al popolo indiano. Consistette in una marcia di 380 Km a piedi da Ahmedabad a Dandi, sull’Oceano Indiano, con lo scopo di raccogliere un pugno di sale dalle saline, rivendicando simbolicamente il possesso di questa risorsa al popolo indiano. (In fondo potrai vedere un breve filmato originale sulla marcia)
La sera prima della partenza, Gandhi parlò di fronte a migliaia di persone invitando a continuare a lottare senza mai ricorrere alla violenza.
La marcia a piedi si svolse per 24 giorni, arrivando alle saline di Dharasana con migliaia di persone. Gandhi raccolse il pugno di sale. La polizia era presente sul posto per sedare la rivolta e si oppose all’avanzata dei manifestanti con duri colpi di sfollagente, ma i manifestanti continuarono ad andarle incontro, subendo i colpi senza reagire, subito sostituiti da altri quando cadevano, finché la polizia stessa non si arrese.
Questa campagna, una delle più riuscite della storia dell’indipendenza non-violenta dell’India, venne brutalmente repressa dall’impero britannico, che reagì imprigionando più di 60.000 persone. Anche Gandhi e molti membri del Congresso vennero arrestati.
Quando nel 1931 Gandhi uscì di prigione, il governo britannico, rappresentato dal viceré Lord Irwin, decise di negoziare con Gandhi. Dopo otto lunghi colloqui i due firmarono il Patto Gandhi-Irwin (Patto di Delhi) con il quale i britannici si impegnavano a liberare tutti i prigionieri politici, legittimare la raccolta di sale per uso casalingo delle popolazioni costiere e riconoscere il diritto degli indiani di boicottare i tessuti inglesi. Gandhi si impegnava da parte sua a sospendere il movimento di disobbedienza civile.

 

Commenti (0) Trackback (0)

Spiacenti, il modulo dei commenti è chiuso per ora.

I trackback sono disattivati.