Iniziativa Laica I laici tendono a difendersi, e' ora di attaccare !

26mar/18Off

L’alternativa laica all’alternanza scuola/lavoro

Articoli di Alessia Eletto e Roberto Ronzoni – studenti che hanno partecipato al primo incontro formativo dell’innovativa proposta Scuola/lavoro (trasformata in “volontariato / acquisizione competenze utili) delle Giornate della laicità
LEGGI DI SEGUITO

ALESSIA ELETTO - “”L’idea dell’Alternanza Scuola Lavoro prende vita con l’entrata in vigore della legge 107 del 2015 che prevede un percorso formativo obbligatorio finalizzato all’ alternare ore di studio ad ore di lavoro. I ragazzi dal terzo anno di scuola superiore fino al termine del quinto, dovranno impegnarsi, 400 ore i tecnici e professionali, 200 ore i licei, in attività riguardanti realtà produttive. Il fine è quello di aumentare le possibilità di lavoro e facilitare l’orientamento degli studenti prossimi alla maturità.
A tale proposito Iniziativa Laica, promotore dell’evento delle Giornate della laicità, ovvero giornate tese all’approfondimento culturale che si svolgono a Reggio Emilia, propone agli studenti un progetto della durata di venti ore complessive, che si suddivideranno in 10 ore di formazione che forniranno ai ragazzi un quadro generale di come si organizza un evento in tutti i suoi aspetti, e 10 ore di volontariato.
Il progetto è dunque partito il 21/03/2018 sotto la guida di Giorgio Salsi e Tiziana salsi, e le prime due ore sono state dedicate alla formazione.
I ragazzi, dopo le presentazioni e l’ascolto dell’introduzione del progetto, si sono occupati di scaglionare nel dettaglio tutti i punti da tenere ben presenti durante l’organizzazione di un qualsiasi incontro o evento complesso, le check-list.
Inizialmente, sono stati mostrati ai partecipanti, grafici costruiti sulla base di altri eventi culturali che riportavano, in parcentuale, le risposte date a varie domande poste ai volontari.
Grazie a queste immagini il redattore del corso è riuscito a spiegare il tema del lavoro servendosi di esperienze passate e voci di coetanei.
Il primo meeting, svoltosi alla pari con interventi e domande continue, ha dimostrato l’efficacia del progetto proposto; i punti su cui si è dibattuto maggiormente riguardano la comunicazione, l’identità, l’immagine che si vuole dare di se o di chi promuove l’evento, lo scopo, il messaggio che si vuole fare arrivare, a chi lo si vuole fare arrivare e come essere il più convincenti possibile nel farlo.
Inoltre è stato spiegato come a seconda degli eventi/incontri sia importante rivedere le linee guida ed adattarle così alle esigenze e limitazioni imposte per esempio da budget e spazi.
Al termine dell’incontro ci è stato dato il compito di lasciare libero sfogo all’immaginazione e di iniziare ad immaginare un evento che rispetti tutto ciò di imparato durante la lezione.
Le impressioni dei ragazzi sono state alquanto positive e il carismatico Giorgio ha saputo gestire attivamente la classe.
Nel complesso il progetto si presenta con premesse molto stimolanti, che verranno approfondite nei prossimi incontri.””

                                                             @@@@@@@

ROBERTO RONZONI “”Con il nuovo sistema scolastico che prevede l’alternanza scuola-lavoro come attività obbligatoria per accedere all’esame, è diffusa l’impressione che tale percorso sia qualcosa di poco formativo, se non addirittura, per qualche complottista, uno “sfruttamento legale”.
Iniziativa Laica vuole sfatare il mito dell’incapacità formativa dell’alternanza e dar prova dell’esistenza di un’alternativa più costruttiva e intelligente a tale sistema, per alcuni versi molto farraginoso.
Le Giornate della Laicità da nove anni organizzano le tre giornate di incontri dall’omologo nome del gruppo, a cui partecipano importanti personalità del mondo culturale, al fine di diffondere valori di laicità e conoscenza scientifica volta alla formazione di un individuo in grado d’essere critico e autodeterminarsi.
Parallelamente, Iniziativa Laica organizza incontri con studenti nelle varie scuole, con l’intento di pungolarli a ragionare in modo autonomo, libero ed assumere un senso critico della realtà.
Con tali obbiettivi, inizia quest’anno l’alternanza scuola-lavoro proposta dalle Giornate della Laicità che ha come punto di riferimento il volontariato culturale e la formazione di cittadini civicamente attivi.
Questa offerta prevede un totale di 20 ore di cui: 10 di formazione attraverso lezioni con esperti che, dall’alto della loro esperienza, insegnano ai giovani partecipanti ad organizzare e gestire sia a livello finanziario che comunicativo un evento culturale; le restanti ore saranno svolte con servizio attivo durante le tre giornate della laicità di maggio.
Al centro Loris Malaguzzi ha avuto luogo il primo incontro in presenza dei tutor Giorgio Salsi e Tiziana Salsi che hanno così inaugurato la nuova strada intrapresa da Iniziativa Laica.””

Commenti (0) Trackback (0)

Spiacenti, il modulo dei commenti è chiuso per ora.

I trackback sono disattivati.