Iniziativa Laica I laici tendono a difendersi, e' ora di attaccare !

17mag/19Off

“Ci sfruttiamo da soli” A colloquio con Ken Loach

Articolo di Anna Maria Pasetti (Fatto 17.5.19) “Sorry, We Missed You” – La pellicola potrebbe consegnare a Ken Loach la terza Palma d’Oro in carriera

“”Ken Loach si presenta con un braccio rotto perché “stavo combattendo i fascisti!” scherza con la consueta ironia. E con altrettanta consuetudine è invitato col suo nuovo film al Festival di Cannes, dove già vanta due Palme d’oro. “Non penso certo a una terza, già sono stati troppo generosi con me” ma Sorry We Missed You è un’opera che, vincesse un ulteriore premio, nessuno si scandalizzerebbe. Perché ci porta ancora una volta nei territori della verità più vera, quelli che Loach governa con maestria tuttora inarrivabile. Ambientato nella Newcastle dove già aveva situato I, Daniel Blake nel 2016, il film è un’esplorazione del mondo del lavoro, di come è cambiato, laddove i precari non sono più sfruttati dal “padrone” ma arrivano addirittura a sfruttare se stessi, spesso autodistruggendosi. “Una situazione totalmente intollerabile che naturalmente nasce da scelte politiche” chiosa il cineasta da sempre vate dei labour.
“Se c’è da trovare un colpevole contingente quello risponde al nome dei social democratici su base internazionale e non solo britannica: hanno perseverato rompendo ogni promessa, mentre il loro compito era di interrompere il meccanismo perverso della competizione fra corporazioni, sì proprio quello, il capitalismo selvaggio nel peggiore dei termini”. Se è vero il tema non sia nuovo, “nuove sono invece le istanze che l’hanno peggiorato e vedo poca speranza a breve termine” chiosa il quasi 83enne regista inglese. Dunque come se ne esce? “Un passo in avanti, paradossalmente, lo stava facendo il mio Paese quando tre anni fa fu eletto Jeremy Corbyn a guidare i social dem: sotto la sua spinta il partito si è spostato notevolmente a sinistra tentando in ogni modo di ostacolare privatizzazioni e creare nuovi posti di lavoro specie a tutela dell’ambiente. I lefties britannici l’hanno capito e da 100mila iscritti sono arrivati a mezzo milione; poi però sono arrivati i problemi nel momento in cui il partito si è diviso, con Corbyn ostacolato dai parlamentari del suo stesso colore, per non parlare dei media che non l’hanno mai sostenuto”. E gli effetti sono quelli che vediamo negli scenari dei suoi film, fra cui appunto Sorry We Missed You: poveri (lavoratori) sempre più indigenti. La pillola è amara e Loach non intende addolcirla: “Da una statistica recente fatta dall’Onu risulta che nell’ultimo anno le banche del cibo in Regno Unito sono aumentate del 18%: un numero spaventoso. In altre parole – aggiunge il regista – siamo quasi dentro a una catastrofe sociale, economica e ovviamente politica”. Impossibile, parlando di politica Uk, non affrontare il tema Brexit sul quale Ken il Rosso offre una disamina precisa. “È un tema delicato, specie per la sinistra. Se fosse nata da accuse squisitamente economiche, ovvero quale critica ai sistemi capitalistici perpetrati dalla Ue, allora avrebbe avuto un senso, ma non è mai stata intesa così, è sempre stata un dibattito delle due destre contrapposte, una moderata che non vuole cedere alle richieste anche minime dell’Unione e l’altra estrema che vuole lasciare l’Europa per intensificare le pratiche capitalistiche, quelle alla Trump”. E rispondendo a una domanda identitaria Loach non ha dubbi: “Stare nell’Europa degli europei, delle persone, e non dei sistemi di sfruttamento economico: questo sì che è il sogno di chi crede nella ‘vera’ Unione”. In una Cannes che già si presenta ancor più “social-politica” delle edizioni precedenti – anche se è presto fare bilanci – le parole del grande cineasta britannico tuonano quanto le guerriglie dei ragazzini nelle banlieue parigine, i protagonisti di un altro esplosivo film del concorso dall’emblematico titolo Les Misérables. “La gente è furiosa, si sfoga sui più deboli, sui migranti ad esempio. La rabbia non si contiene più: what’s next?”.””

Commenti (0) Trackback (0)

Spiacenti, il modulo dei commenti è chiuso per ora.

Ancora nessun trackback.