Iniziativa Laica I laici tendono a difendersi, e' ora di attaccare !

7lug/19Off

Rapporto ILO. I ricchi guadagnano in un anno quanto i piu’ poveri in tre secoli

Articolo di Roberto Ciccarelli (manifesto 6.7.19) “Organizzazione internazionale del lavoro. Una ricerca dell’Ilo sui lavoratori: i salari ultra bassi non bastano per sopravvivere”

“”La maggior parte della forza lavoro globale sopporta salari bassi e le occupazioni dove è impiegata non bastano per sopravvivere. Il 10 per cento dei lavoratori più poveri dovrebbe lavorare per più di tre secoli per guadagnare lo stesso reddito del 10 per cento che guadagna di più. Lo sostiene la ricerca dell’Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo) intitolata «The global labour income share and distribution» che analizza la più grande raccolta mondiale di dati armonizzati per l’indagine sulla forza lavoro in 189 paesi. Tra il 2004 e il 2017 il reddito della cosiddetta «classe media» è diminuita, mentre è aumentato il salario della parte meglio retribuita dei lavoratori collocati nella parte alta della gerarchia sociale e produttiva.

7lug/190

Accadde oggi: i morti di Reggio Emilia

7 luglio copia

A Reggio Emilia, durante la manifestazione pacifica  dello sciopero cittadino indetto dalla CGIL, caddero:

  • Lauro Farioli, operaio di 22 anni, orfano di padre, sposato e padre di un bambino.
  • Ovidio Franchi, operaio di 19 anni, il più giovane dei caduti.
  • Marino Serri, pastore di 41 anni, partigiano della 76a, primo di sei fratelli.
  • Afro Tondelli, operaio di 36 anni, partigiano della 76a SAP, è il quinto di otto fratelli.
  • Emilio Reverberi, operaio di 39 anni, partigiano nella 144a Brigata Garibaldi era commissario politico nel distaccamento “G. Amendola”.

(continuando potrai vedere foto d’epoca della strage e dei funerali, accompagnate dalla canzone “Per i morti di Reggio Emilia”, oltre ad un articolo sulla stessa canzone e il suo autore Amodei)

6lug/19Off

Eutanasia: avviso di garanzia a Torino per ‘Exit Italia’ dopo morte in Svizzera di una donna siciliana

Articolo di Federica Cravero e Carlotta Rocci (Repubblica online 6.7.19) “L’indagato è Coveri, responsabile dell’associazione che promuove al diritto all’eutanasia”

“”Un avviso di garanzia è stato notificato a Torino ad Emilio Coveri, responsabile di Exit Italia, associazione che promuove il diritto all’eutanasia. Il provvedimento è stato spiccato dalla procura di Catania e riguarda il caso di una donna di Paternò (Ct), di professione insegnante, deceduta lo scorso aprile in una clinica svizzera che pratica il suicidio assistito. La donna, secondo quanto è stato ricostruito, aveva 46 anni e pativa una depressione e una nevralgia cronica, la sindrome di Eagle. E’ deceduta il 27 marzo in una struttura nei pressi di Zurigo riconducibile alla clinica Dignitas, che risulta in contatto con l’associazione Exit Italia. Il reato ipotizzato dagli inquirenti è “l’omicidio del consenziente” in base all’articolo 580 del codice penale.
Alessandra Giordano, 47 anni, lo scorso 27 marzo è morta in una clinica nel paesino di Forch dopo essersi sottoposta alla pratica del suicidio assistito. Una decisione presa all’oscuro dei suoi familiari, che erano contrari e che avevano denunciato la scomparsa della donna alla trasmissione “Chi l’ha visto?”. Grazie alla segnalazione di un amico che l’aveva incontrata all’aeroporto in partenza per Zurigo, era stato chiaro il suo piano. Ma quando la famiglia aveva provato a contattare la clinica svizzera per convincerla a tornare a casa lei era già morta.

6lug/190

Accadde oggi: Jan Hus muore sul rogo

06 luglio

1415 – Durante il Concilio di Costanza viene condannato a morte e arso vivo sul rogo il teologo boemo Jan Hus. Ispirandosi alle idee del riformatore inglese John Wycliffe, Hus promosse un movimento religioso che rifiutava l’investitura divina del papato, sosteneva l’utraquismo, cioè la Comunione offerta sotto la forma sia del pane che del vino (il termine deriva dal latino sub utraque specie) e lottava contro le indulgenze, i pellegrinaggi, il ricorso all’intercessione dei santi e la venerazione delle reliquie.
La sua fine data l’inizio dell’ussitismo. Hus è ancora oggi molto amato dal popolo ceco. Le sue battaglie erano molto più di una disputa teologica. Egli negava ogni potestà di giurisdizione alla Chiesa, riconoscendole autorità solo in campo morale, mentre in politica si batteva per il rinsaldamento dell’autorità statale e in campo nazionale prospettava la rinascita del popolo ceco.
(In fondo potrai vedere una sequenza di un film ceco del 1955 con il supplizio di Jan Hus)

5lug/19Off

Sea Watch. Ferrajoli: «Salvini fa un uso demagogico del diritto. Il suo e’ populismo penale»

Intervista a Luigi Ferrajoli di Roberto Ciccarelli (menifesto 5.7.19)  “«Il ministro sta promuovendo un abbassamento del senso morale a livello di massa. Sta ricostruendo le basi ideologiche del razzismo», intervista al filosofo del diritto”

“”Luigi Ferrajoli, Salvini ha sostenuto che Carola Rackete è una «pirata», dunque una «nemica dell’umanità», e per questo una «criminale». Che senso ha attribuire questa definizione a chi salva i migranti in mare per senso di dovere verso l’umanità?
Sono tutte insensatezze gravissime. Sul piano giuridico non ci sono dubbi. Carola Rackete non ha commesso nessun reato, come ha stabilito il giudice delle indagini preliminari Alessandra Vella. Ha agito nell’adempimento di un dovere: portare in salvo le persone salvate, imposto dal diritto del mare e comunque in stato di necessità. Semmai sono le autorità italiane che per 17 giorni si sono rese responsabili del reato di omissione di soccorso. Francamente è intollerabile che Salvini chiami «criminale» una persona appena prosciolta senza incorrere nel reato di ingiuria. Fatto per cui spero che Carola vorrà querelarlo. Ma, a questo punto, la questione giuridica è secondaria.
Perché?

5lug/190

Accadde oggi: Pio VII imprigionato

05 luglio

1809 – Nella notte tra il 5 e il 6 luglio soldati francesi, al comando del generale Miollis, aprono con la forza il Palazzo del Quirinale e arrestano il Pontefice Pio VII e lo trasportano prima a Grenoble e poi, attraverso il Colle di Tenda, a Savona dove vi rimarrà per circa tre anni. I francesi di Napoleone occupavano Roma dal 2 febbraio 1808 e il 10 giugno Pio VII, senza nominare l’imperatore, aveva emesso una bolla di scomunica nei confronti dell’invasore.
Il Papa potrà ritornare a Roma solo nel gennaio del 1814 dopo la sconfitta napoleonica di Lipsia. (In fondo la scena dal film “Il marchese del Grillo” con l’annuncio dell’arresto di Pio VII)

5lug/19Off

Aforismi: Marcel Proust

”Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi”

Marcel Proust, scrittore

4lug/190

Accadde oggi: Jack Johnson campione del mondo

04 luglio

1910 – A Reno nel Nevada, davanti a 20.000 persone, si svolge il “Combattimento del Secolo” per il titolo mondiale dei pesi massimi tra il pugile bianco James J. Jeffries (ex campione del mondo) e il nero Jack Johnson. Trionfa Jack Johnson per KO all’ultima ripresa ed è il primo pugile nero a diventare campione del mondo.
La sua vittoria suscitò un grande entusiasmo nel popolo nero e un senso di umiliazione per molti bianchi; nel corso dei festeggiamenti, in tutti gli Stati Uniti, scoppiarono disordini e rivolte con 25 morti e numerosi feriti. (In fondo si potranno vedere due filmati: il primo “A Tribute to Jack Johnson” con l’accompagnamento della tromba di Miles Davis e il secondo con la cronaca del match con Jeffries)

3lug/19Off

Le mani sulla cultura . Attacco al Festival

Articolo di Emanuele Coen (
L’Espresso 30.6.2019) La vittoria della Lega in molte città contagia eventi estivi e rassegne, aprendo scenari imprevedibili. Da Udine a Torino, da Trento a Ferrara, l’ombra del sovranismo sull’Italia che si incontra in piazza” “”Dopo il trionfo elettorale della Lega, la svolta sovranista stravolge la cartina politica dei territori, rompe equilibri consolidati, apre scenari imprevedibili. Dalle piazze e dai social, dominati dal linguaggio aggressivo di Matteo Salvini, il cambiamento ora si sposta sul terreno della cultura e contagia l’Italia dei festival, i mille Comuni che hanno costruito intorno alle proprie rassegne culturali una ricchezza, anche economica, unica in Europa. Con i suoi ospiti prestigiosi e il respiro internazionale, il mondo dei festival rischia di entrare in collisione con il primo partito del Paese e i suoi amministratori locali, che polemizzano con gli organizzatori con toni e accenti diversi – da Udine a Sarzana, da Cividale del Friuli a Ferrara, da Trento a Torino – intervengono su scelte e programmi oppure danno un’impronta “italianissima” come nel caso del Teatro Olimpico di Vicenza. L’ultima disputa riguarda Vladimir Luxuria, storica attivista per i diritti Lgbtqi. Appena nominata direttrice di Lovers, a Torino, festival dedicato ai film sulle tematiche di genere con quasi 35 anni di storia, Luxuria è stata attaccata da Fabrizio Ricca, leader leghista nella città sabauda, uno dei nuovi “superassessori” regionali. «Continu- iamo a vedere nomine nuove, e anche as- sunzioni in vari settori strategici, in una Regione che ha appena cambiato colore politico», ha detto.

3lug/190

Accadde oggi: nasce Franz Kafka

03 luglio

1883 – Nasce a Praga lo scrittore boemo di lingua tedesca Franz Kafka. E’ stato uno dei massimi scrittori del XX secolo.
Praga era a quei tempi un vivace centro culturale; Kafka strinse amicizia con Franz Werfel e con Max Brod, partecipando alla vita letteraria della città.
Nel 1915 pubblica il suo racconto più famoso “Le Metamorfosi“, storia allucinante di un uomo che, risvegliandosi il mattino nel suo letto, si trova trasformato in un enorme scarafaggio e deve subire, fino alla morte, tutte le umiliazioni della nuova degradante esistenza.
Nel 1910-1920 Kafka completò o abbozzò tutte le opere più importanti, ma non volle pubblicarle: diede disposizione nel testamento che i manoscritti fossero distrutti. L’amico Max Brod, dopo la sua morte avvenuta a Vienna nel 1924 a causa di una tubercolosi, ne curò invece la pubblicazione. (In fondo potrai vedere una trascrizione de “Le Metamorfosi” in un breve film di animazione della filmmaker canadese Caroline Leaf. L’animazione è realizzata disegnando su sabbia sopra una lastra di vetro bianco illuminata da sotto)