Iniziativa Laica I laici tendono a difendersi, e' ora di attaccare !

16mag/19Off

Aforismi: Charles Darwin

“”Adoro gli esperimenti folli. Li faccio in continuazione.””

Charles Darwin

15mag/190

Accadde oggi: la Rerum Novarum e la dottrina sociale della Chiesa

15 maggio

1891 – Viene pubblicata da Papa Leone XIII l’enciclica Rerum Novarum, che è considerata come l’elemento fondativo della dottrina sociale della Chiesa.
Sul finire del XIX secolo, erano avvenuti dei radicali mutamenti in campo politico, economico e sociale, ma anche in ambito scientifico e tecnico. Conseguenza di questi mutamenti era stata “la divisione della società in due classi separate da un abisso profondo”: tale situazione si intrecciava con l’accentuato mutamento di ordine politico. Cosí la teoria politica allora dominante cercava di promuovere, con leggi appropriate o, al contrario, con voluta assenza di qualsiasi intervento, la totale libertà economica. Nello stesso tempo, cominciava a sorgere in forma organizzata, e non poche volte violenta, un’altra concezione della proprietà e della vita economica, che implicava una nuova organizzazione politica e sociale.
Nel momento culminante di questa contrapposizione, quando ormai apparivano in piena luce la gravissima ingiustizia della realtà sociale, quale esisteva in molte parti, ed il pericolo di una rivoluzione favorita dalle concezioni allora chiamate “socialiste”, Leone XIII intervenne con l’enciclica, affrontando in modo organico la “questione operaia”. (In fondo un documentario della RAI in cui viene ricostruita la pubblicazione della Rerum Novarum)

14mag/19Off

Attacco al Papa. A chi non piace Francesco

Articolo di Alberto Melloni (Repubblica 13.5.19) “Alberto Melloni, ordinario di storia del cristianesimo, è segretario della fondazione per le scienze religiose. Ha diretto nel 2017 il Meridiano di don Milani e i tomi su Benedetto XV e su Lutero del Mulino”

“”Sulla chiesa di Roma e il suo vescovo si combatte una battaglia politica, spirituale, teologica di vasta portata. Non per caso o per una distorsione mediatica: ma per ragioni teologiche, spirituali e politiche di cui queste ore forniscono diverse evidenze. L’amalgama reazionario (anti)europeo che da anni cerca di impadronirsi del tradizionalismo cattolico per farne il collante ideologico delle destre, sceso dalla Polonia lungo le terre asburgiche fino a Milano, non poteva che puntare su Roma. Ma a Roma, dove contava di sedurre un sistema ecclesiastico con obliqui messaggi fondamentalisti, ha trovato Francesco. E ha scatenato contro di lui una lotta che vuole colpire nella sua persona tutta la Chiesa.

14mag/190

Accadde oggi: il grande rifiuto di Toscanini

14 maggio

1931 – Durante un concerto in commemorazione del musicista Giuseppe Martucci, in presenza dei ministri Galeazzo Ciano e Leandro Arpinati, Arturo Toscanini si rifiuta di eseguire l’inno fascista “Giovinezza” e l’inno reale. All’uscita dal teatro viene apostrofato, schiaffeggiato e minacciato da un’attivista fascista.
L’episodio, appoggiato dalle autorità e dal governo che palesemente presero posizione contro Toscanini offendendolo sia artisticamente che personalmente, fu l’inizio del suo distacco dall’Italia; infatti si rifiutò di dirigere concerti mentre le autorità diedero disposizione per tenere la sua vita sotto controllo con provvedimenti come lo spionaggio delle telefonate e della corrispondenza ed il ritiro del passaporto.
Tornerà in Italia nel 1946, a liberazione avvenuta, dirigendo un concerto tutto di musiche di compositori italiani per la Scala di Milano ricostruita a tempo di record dopo i bombardamenti, che i milanesi scelsero come simbolo della rinascita della loro città e dell’Italia intera. (In fondo potrai vedere un raro filmato, censurato negli Stati Uniti durante il maccartismo, in cui Toscanini a New York nel 1944 dirige “L’Intenazionale)

13mag/19Off

Migrante

“La parola” – Donatella Di Cesare (L’Espresso 12.5.19)

“” “Migrante non è che il participio presente del verbo migrare. Sembrerebbe un termine neutro. Ma da tempo ha assunto un significato spregiativo. Né cittadino, né straniero, il mirante si situa alla frontiera nel tentativo di varcarla. Ovunque di troppo, é un intruso che fa saltare le barriere, suscita imbarazzo. Figura di transito., presenza al mondo fluida e instabile, il migrane, questo senza-luogo, così minacciosamente fuori-luogo, appare incontrollabile, sfuggente, evasivo e invasivo.

13mag/190

Accadde oggi: promulgata la Legge Basaglia

13 maggio

1978 – Il Parlamento italiano vara la Legge 180, Accertamenti e trattamenti sanitari volontari e obbligatori, meglio nota come Legge Basaglia (dal suo promotore in ambito psichiatrico, Franco Basaglia). La legge impone la chiusura dei manicomi e regolamenta il trattamento sanitario obbligatorio, istituendo i servizi di igiene mentale pubblici.
Prima della Legge 180 i manicomi erano poco più che luoghi di contenimento fisico, dove si applicava ogni metodo di contenzione e pesanti terapie farmacologiche e invasive o l’elettroshock. Le intenzioni della legge sono quelle di ridurre le terapie farmacologiche ed il contenimento fisico, instaurando rapporti umani rinnovati con il personale e la società, riconoscendo appieno i diritti e la necessità di una vita di qualità dei pazienti, seguiti e curati da ambulatori territoriali. (In fondo potrai vedere un tributo a Franco Basaglia con le foto e la testimonianza di Carla Cerati)

13mag/19Off

Sul destino dell’Africa lo spettro del ritorno alla schiavitu’ razziale

Articolo di Wole Soyinka (Stampa 12.5.19)

“”Il continente africano ne ha passate tante e a tanto è sopravvissuto – schiavitù, ripartizioni imperiali, occupazioni, un esodo umano senza precedenti di cittadini che a fiotti si incamminano nel deserto e attraversano il mare, fuggendo da alluvioni, siccità, carestie, guerre civili ed epidemie. Adesso arriva anche un orrore accecato dal credo, deciso a prolungare l’agonia del continente. Si tratta di una nuova variante di dominio, che sostiene di trarre ispirazione dalla volontà di una Divinità Suprema. Il presunto fervore trasformativo che in teoria la contraddistingue metterebbe i suoi seguaci in una posizione di autorità assolutistica sull’intera gamma umana. La maniera in cui si manifesta sbandiera un trascendentalismo che cerca di superare le traiettorie storiche del jihadismo islamico o del suo equivalente cristiano, la crociata. È dunque una collaborazione tra credi rivali che fornisce una presunta base spirituale onnicomprensiva a sistemi di pensiero considerati ormai antiquati. Si solleticano così visioni apocalittiche nelle menti delle nuove generazioni, che pure fanno i conti con un’epoca sempre più dominata dalla tecnologia.

Inserito in: Varie Continua a leggere
12mag/19Off

La Ue e il fattore «identita’»

Articolo di Valerio Castronovo (Sole 12.5.19) “Thierry Vissol. Di fronte all’affermazione di populisti e sovranisti, le istituzioni comunitarie devono essere capaci di costruire un modello fondato sulla solidarietà sociale e sullo sviluppo competitivo a livello globale. Il libro: “Europa matrigna. Sovranità, identità, economie” Thierry Vissol, Donzelli pagg. 231 € 19”

“”Di questi tempi, in cui il discorso pubblico sulla governance e il futuro dell’Unione europea ha finito, nel nostro Paese, per essere dominato dalle irruenti sortite polemiche di sovranisti e populisti, risulta istruttiva un’analisi ponderata come quella condotta da Thierry Vissol. Oltre a contare sulla sua lunga esperienza di ex funzionario della Commissione europea, egli è uno storico ed economista, abituato quindi a valutare determinati eventi e fenomeni in base a metri di giudizio aderenti alla complessità del reale e non circoscritti al breve periodo.

12mag/19Off

La spinellata di massa manda in fumo le minacce di Salvini

Articolo di Giuliano Santoro (manifesto 12.5.19) “In migliaia, soprattutto giovanissimi, sfilano a Roma per la Million Marijuana March. La piazza chiede forniture per i pazienti e lo stop alla persecuzione dei consumatori.”

“”L’occhio più attento avrà notato qualche attimo di esitazione, quasi una forma di timidezza. Poi si sente l’odore acre e inconfondibile. Un ragazzo appena maggiorenne alza le braccia ed esclama un liberatorio: «Ho acceso il ‘miccione’». La sigaretta passa di mano in mano. È marijuana autoprodotta, giurano. Significa che non viene dal mercato che le mafie gestiscono e che il proibizionismo alimenta. A quel punto, e sono da poco dopo le 15 di un sabato pomeriggio al centro di Roma, questa diciannovesima edizione della Million Marijuana March può iniziare per davvero.

Inserito in: Varie Continua a leggere
12mag/190

Accadde oggi: il referendum sul divorzio

12 maggio

1974 – 37 milioni d’italiani sono chiamati alle urne per votare quello che sarebbe stato il secondo referendum dopo la scelta tra monarchia e repubblica. Si vota per mantenere o meno la legge Fortuna – Baslini, approvata tre anni prima dal parlamento italiano, che aveva introdotto il divorzio nell’ordinamento giuridico italiano.
Dopo una intensissima campagna elettorale, con la CEI e la Democrazia Cristiana guidata da Fanfani fortemente impegnati per il SI all’abrogazione, partecipa al voto l’87,7% degli aventi diritto, votano NO il 59,3%, mentre i SI sono il 40,7%.
(In fondo potrai vedere un filmato sul referendum e uno spot a favore del NO con Nino Manfredi)