Iniziativa Laica I laici tendono a difendersi, e' ora di attaccare !

12mar/190

Accadde oggi: Galileo pubblica il Sidereus Nuncius

12 marzo

1610 – Galileo Galilei pubblica a Venezia il Sidereus Nuncius (Annuncio sugli astri), trattato di astronomia nel quale illustra le osservazioni effettuate con il cannocchiale da lui perfezionato con l’aiuto dei maestri vetrai di Murano. Nel trattato acquista particolare rilievo la scoperta di quattro satelliti di Giove da lui chiamati “pianeti medicei” per ingraziarsi il granduca di Toscana, scoperta che fu un grande punto a favore della teoria eliocentrica di Niccolò Copernico, perché mostrava che non tutti gli oggetti del sistema solare orbitavano attorno alla Terra. (In fondo potrai vedere bellissime immagini dello spazio al suono de “Il bel Danubio blu” di Strauss)

11mar/19Off

Citazioni: Ermanno Rea

Alcune citazioni sul carattere degli italiani tratte da “La fabbrica dell’obbedienza” di Ermanno Rea (Feltrinelli)

- “”cittadini privi di responsabilità civile, pronti ad accodarsi plaudenti al despota di turno””
– “”accusati di corruzione, di passività politica e morale, di servile obbedienza, conformismo, mancanza di dignità””
– “”sottomissione trasformata in divieto di pensare in proprio, diventata successivamente conformismo””
- “”suddito deresponsabilizzato, maschera della sottomissione e della rinuncia a ogni forma di autonomia di pensiero””

Ermanno Rea

11mar/190

Accadde oggi: finisce in Cile il potere di Pinochet

11 marzo

1990 – Il Generale Augusto Pinochet lascia definitivamente la presidenza del Cile.
Pinochet si era insediato al potere l’11 settembre 1973 quando, tradendo la fiducia del Presidente Allende, lo destituì con un cruento colpo di Stato militare. La violenza e il bagno di sangue del colpo di Stato continuarono durante la sua amministrazione. Durante i diciassette anni in cui rimase al potere, non si sa esattamente quanta gente sia stata uccisa dalle forze del governo e dei militari, ma la Commissione Rettig, voluta dal nuovo governo democratico, elencò ufficialmente 2.095 morti e 1.102 “scomparsi”. (In fondo, se continui a leggere, potrai vedere un cortometraggio dell’esule cileno Patricio Guzmàn sul Cile di Pinochet)

10mar/19Off

Citazioni: Lucrezio

””Come non vedere che null’altro la natura ci chiede con grida imperiose, se non che il corpo sia esente dal dolore, e nell’anima goda di un senso gioioso, sgombra di affanni e timori”

Lucrezio

10mar/190

Accadde oggi: bombardamento su Tokyo

10 marzo

1945 – Nella notte tra il 9 e il 10 una tempesta di fuoco investì Tokyo. 234 bombardieri B-32 rovesciarono sulla città 1.665 tonnellate di bombe incendiarie a cluster, bombe al magnesio, bombe al fosforo bianco antesignane del napalm. L’effetto fu devastante (come si può vedere nel filmato d’epoca in fondo se continui a leggere). Vennero distrutti circa 41 km² della città e rimasero uccisi 72.489 civili giapponesi.

9mar/19Off

Gli stati generali del liberalismo

Da Fondazione Critica Liberale

“”In occasione del 50° anniversario di “Critica liberale” 1969 – 2019
22 – 23 marzo 2019 – roma

Prima sessione 50 ANNI DOPO
venerdì 22 marzo  ore 16 – 19,30 Villa Spalletti – Trivelli Via Piacenza, 4
Presiede: Beatrice Rangoni Machiavelli
”Saluti e ringraziamenti: 50 anni dopo” Enzo Marzo
“Dissenso, pensiero critico e ricerca scientifica” Lectio magistralis di Giulio Giorello
Gli impegni di Critica liberale
“La laicità in un paese laicizzato con classi dirigenti non laiche” Daniele Garrone
“La lunga battaglia dei diritti civili nel nostro paese” Paolo Bagnoli
“Nel solco del filo rosso che va da Gobetti a Salvemini, da Rosselli agli azionisti, da Ernesto Rossi a Bobbio” Giovanni Vetritto

Inserito in: Varie Continua a leggere
9mar/190

Accadde oggi: nasce Emma Bonino

09 marzo

1948 – Nasce a Bra, in provincia di Cuneo, Emma Bonino. E’ attualmente vicepresidente del Senato, ma è nota soprattutto come leader del partito radicale e per le sue battaglie a sostegno dei diritti civili.
Il suo impegno in politica inizia nel 1975, quando fondava assieme ad Adele Faccio, in appoggio alla campagna radicale che in pochi anni avrebbe ottenuto la legalizzazione dell’aborto, il CISA (Centro Informazione, Sterilizzazione e Aborto) dove, attuando una difficile forma di “disobbedienza civile”, si prestava assistenza medica alle donne. Per questa inizitiva nel giugno 1975, assieme ad Adele Faccio ed altri, era arrestata.
(In fondo 2 filmati. Nel primo Emma Bonino, a “Le invasioni barbariche“, sostiene l’eutanasia legale. Nel secondo “Emma Bonino la mangiacristiani“, si potranno ascoltare gli sconvolgenti giudizi su di lei del direttore di Radio Maria in occasione delle elezioni regionali nel Lazio)

8mar/19Off

Donne nei luoghi di comando: soltanto una per tre uomini

Da Repubblica.it 8.3.19 “I dati Eurostat fotografano il ritardo italiano: le manager sono il 36% nel Vecchio continente contro il 29% dell’Italia. Se nei consigli di amministrazione siamo secondi (36%) dietro la sola Francia, le executive precipitano al 9%”

“”La legge Golfo-Mosca che ha imposto un terzo di rappresentanza femminile nei board delle società quotate ha funzionato? Molto si è discusso dell’opportunità di imporre l’equilibrio di genere per via normativa. Numeri pubblicati da Eurostat gettano una luce su quanto è accaduto laddove è arrivato l’obbligo di legge e come si sia mosso il resto del mercato del lavoro. I dati sono netti. In Europa ci sono 36 donne su cento manager, mentre si scende a 27 su cento quando si parla di mebri dei consigli delle società quotate e al 17 per cento quando si parla di senior executives. In Italia il quadro è molto diverso da una categoria all’altra. Nell’universo dei manager, l’Eurostat ci relega nelle ultime posizioni per equilibrio di genere con il 29 per cento di incidenza femminile. Le nostre executive pesano ancor meno: soltanto il 9 per cento. Ben diversa la nostra posizione in graduatoria quando si parla di presenza nei cda, dove tra i grandi Paesi siamo secondi solo alla Francia riuscendo a vedere le donne nel 36 per cento delle poltrone.

8mar/19Off

Lotto marzo. L’agitazione permanente irrompe nelle piazze italiane

Articolo di Alessandra Pigliaru (Manifesto 8.3.19) “8 marzo. Lo sciopero globale femminista in più di 40 città. Manifestazioni, presidi e assemblee”

“”Saranno più di quaranta le città che oggi in Italia aderiranno allo sciopero globale femminista organizzato da Non Una Di Meno, collegandosi per il terzo anno consecutivo al movimento di Ni Una Menos che vedrà per le strade e le piazze del mondo la marea infinitamente colorata a cui ci hanno abituato attiviste di ogni latitudine. Le ragioni per cui questo otto marzo sarà ancora una volta giornata internazionale di lotta, non solo oggi, non mancano. Sono persistenti i segnali che indicano, anche in Italia, una difficile convivenza tra l’ottima salute politica di cui gode il femminismo e i tentativi costanti di danneggiare libertà e diritti conquistati. Nel documento di invito alle k, alle assemblee e ai presidi che da Brescia a Cagliari, passando per Bologna, Catania, Vicenza e altre ancora, si spargeranno sull’intero territorio nazionale, Non Una Di Meno elenca tra i primi motivi per cui è importante oggi incrociare le braccia il Ddl Pillon, ennesima dimostrazione che il patriarcato – ormai zombi di se stesso – tenta ancora di costruire sistemi coercitivi per le donne e, in questo caso specifico, bambine e bambini.

8mar/190

Evento del giorno: Giornata Internazionale della Donna

08 marzo 2014

La proposta di istituire una giornata dedicata alla rivendicazione dei diritti delle donne fu fatta dalla Conferenza internazionale delle donne socialiste tenutasi a Copenaghen il 26/27 agosto 1910 e sulla base di quella proposta le prime manifestazioni si tennerro l’anno successivo, per cui quest’anno ne ricorre il centenario. Ma già tre anni prima il VII Congresso della II Internazionale socialista si era impegnato a lottare per l’introduzione del suffragio universale delle donne.
Nel 1975 l’Otto Marzo fu designato dalle Nazioni Unite Festa Internazionale delle Donne. (In fondo un filmato di animazione che celebra i successi della donna nel mondo del lavoro)